Una Pasqua Alchemica


Carissimi Amici,

non prendetela per pubblicità: è solo un racconto che, qui, posso fare, ma non là dove l’evento avverrà, dove queste note parrebbero parecchio eretiche…

E’ un concerto del Festival di Pasqua di Roma, dell’Insieme di Musica Antica ‘Fairy Consort’: musica sacra per una rassegna di musica sacra. E con un occhio di riguardo alla Pasqua, naturalmente: ecco perchè il concerto si conclude con un ‘Surrexit Pastor Bonus’ scritto da colui che si professa l’erede di Josquin Desprez, Jehan l’Heritier (che in Italiano sarebbe appunto Giovanni l’Erede), autore anche di uno struggente ‘Nigra sum’, pieno di malinconia e di bellezza (ma allora, esiste la malinconia dell’Alchimista?), il cui testo, tratto dal Cantico dei Cantici,  come ben sappiamo è un’allegoria della Materia Prima.

La Vergine Nera di Montserrat, Spagna

Ma ci sono altri brani interessanti, come ‘Orientis Partibus’, che sappiamo da Fulcanelli essere stato composto (almeno il testo) da Pierre de Corbeil (ne parlammo già a proposito di Patrem Parit Filia, Captain Nemo lo definì un Adepto), e che parla dell’Asino cui era dedicata la Festa in periodo natalizio: non va dimenticato però che l’Asino è presente alla Natività, ma anche all’ingresso trionfale di Gesù a Gerusalemme, che viene ticordato appunto alla Domenica delle Palme, ovvero la data del concerto.

Interessante anche l’Ave Verum Corpus di Desprez, a sole tre voci ma in mirabile contrappunto, il cui testo (che è un rapido excursus della vita terrena di Cristo, dalla nascita alla crocifissione) cela al Cercatore delle sorprese deliziose, se solo si prende la briga di aprire un buon vocabolario di Latino… ma ne parleremo, con calma, e a lungo, appena possibile.

Come non citare, poi, Vidit Jacob scalam di Thomas Crecquillon, splendido affresco assolutamente onomatopeico dal punto di vista musicale che non può non ricordare, ad ogni appassionato dell’Arte, la Premiere Planche  del Mutus Liber di Altus. Ma non mancano altri spunti, come la ‘Stella Splendens in Monte’ dedicata alla Vergine Nera di Montserrat (il Monte Serrato!), verso la quale corrono tutti, compresi ‘pauperes et divites’… oppure la ‘Salutation Angelique’ di Caulery di cui parlammo anche qui… o il brano iniziale, ‘Mors vitae propitia’, lampante già dall’incipit.

Basilica di S. Sabina all'Aventino

Il concerto avrà luogo domenica 28 marzo alle ore 20.30,  in Roma, alla Basilica di S. Sabina all’Aventino.  Sapere di qualcuno di voi Fratelli di Cerca fra la folla, sarà un conforto ed un auspicio di buona riuscita.

Chemyst

Annunci

5 pensieri su “Una Pasqua Alchemica

  1. Caro Chemyst,
    come sai non sarò tra i presenti quella sera del tuo, sicuramente magnifico ed emozionante, concerto. Sarò con te con “lo spirito” e con il cuore. Sono sicuro che altri Fratelli di Cerca saranno presenti e sorrideranno alle emozioni che saprai dare.

    Con affetto
    Tonneau Rouge

    Mi piace

  2. Caro Chemyst,

    a malincuore non potrò essere presente ad ascoltare il suo bel concerto!…la notte si preanuncia serena e Primaverile.
    Le mando un pensiero affettuoso, certo che chi ascolterà le melodie resterà affascinato dalla vostra bravura; magari qualcuno, più intrigato, darà anche un’occhiata ai testi che tanto la appassionano.

    Sarà in ogni caso una dolce serata.

    Captain NEMO

    Mi piace

  3. Ciao Chemyst,

    siete stati bravissimi ieri sera, davvero emozionante!
    E’ stato un piacere ascoltarvi dal vivo, finalmente.
    Avremo modo di approfondire il significato alchemico dei testi…
    E che dire della chiesa di Santa Sabina? Ci sono due tre stemmi dal sapore alchemico niente male!

    Splendida serata, bravi, bravi, bravi.

    Pandora

    Mi piace

  4. Amici carissimi,

    leggo solo adesso i vostri affettuosi commenti. Grazie di cuore, sono sicuro che i vostri pensieri hanno aiutato il buon esito del concerto. Il concerto poteva andare meglio, qualche problemino c’è stato, ma probabilmente oltre a noi se ne sono accorti in pochi. Certo, S. Sabina conserva delle tracce di quella che sempre di più mi appare come LA Sapienza che sta dietro tutte le altre, e c’è qualche articolo anche in rete che ne descrive alcune. Bene, superato questo momento delicato, possiamo prendere anche come spunto S. Sabina per poter continuare le nostre gioiose scoperte.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...